29''

29”-27,5”-26”…tutta la verità, nient’altro che la verità, dica “lo giuro”!

Bene bene, chi mastica di MTB da qualche anno avrà potuto assistere a dei cambiamenti epocali in fatto di dimensioni ruote…29”

..in effetti per 20 e più anni, anzi dalla sua nascita, quindi fine anni 70, la MTB è rimasta a 26 pollici. Ma perché?

Beh bisognerebbe chiedere a chi l’ha inventata (ce li ricordiamo vero?😉), ma anzi, anche se forse nessuno ha mai fatto la domanda diretta a Tom Ritchey, Cunningham, Breeze e Gary Fisher forse lo si può desumere da certe loro considerazione e dichiarazioni.
Quando iniziarono “per gioco” a buttarsi giù dalle strade sterrate a bordo dei loro mitici “catorci” c’era ben poca scelta…al più venivano utilizzate le mitiche schwinn da spiaggia con retrofreno a tamburo…un po’ come se guardassimo in garage e decidessimo di buttarci in DH con quello che troviamo. Senza nessun background di ciclismo. Forse molti di noi troverebbero delle Grazielle della mamma.

29 pollici
Gary Fisher a bordo di una delle prime”moutain bike da Downhill ” della storia!…notare le protezioni e l’abbigliamento ad hoc!😱😅
E avremmo fatto nascere la “MTB” a 20 pollici

Ecco qui svelato il mistero più grande, 26 pollici perché non c’era altro! Quello passava il convento, quello si riusciva a trovare e a quello si adattarono…triste verità!😅 Infatti la logica, ma anche la fisica, suggerirebbe che una ruota più grande passi meglio su un qualsiasi ostacolo. E Gary Fisher è assolutamente d’accordo, tanto da essere stato il primo ad auspicare la crescita dei diametri.

29″ = il cerchio delle bici da corsa, nessun nuovo standard, solo il fatto che sopra non c’è uno striminzito copertoncino da 2cm ma un bel cicciotto copertone da off Road. Se vogliamo parlare di “speculazioni commerciali” come spesso si grida alla presentazione di una novità, potremmo imputarlo alle 27,5. Una via di mezzo sì, forse necessaria anche psicologicamente per un salto così grande da 26 a 29….per bilanciare e magari trovare la loro dimensione giusta arrivano le gomme plus. Perfette per le E-mtb, recepite tutto sommato con curiosità dal mercato “tradizionale” e ormai relegate a compromesso per le ebike meno corsaiole..ormai assistiamo alla riduzione a 2,6″. Un ottimo compromesso! Non è il momento di parlare di gomme e sezioni in questo articolo, ma ci torneremo, prometto!😉

29 pollici
Una ruota più grande a parità di larghezza ha più grip, sempre!😉
Anni 90

Negli anni 90 qualche produttore propose le biciclette da divertimento (tanta corsa per l’epoca -130mm!😅 – e geometrie rilassate) a 24″ per non cambiare standard costruttivi e spazio foderi ma aumentare la sezione degli pneumatici, che si spinsero addirittura alla DH con i mitici gazzaloddi ai 3″! Il gioco forse non valeva la candela, o comunque erano in pochi quelli che erano in grado di farsi un giro enduro con gomme da minimo 2,35″ rinforzati da DH ecc.  Votec fu uno dei produttori che ci credette di più. Specialized con la sua Big hit restò un mito (26″ all’anteriore e 24″ al posteriore!). E chi voleva pneumatici più ciccioni ricorreva a questo stratagemma …(personalmente ad esempio sulla mia full da XC, dove dietro un 2,35 lo sognavo lo tenni montato per anni!).

29 pollici
Specialized Big hit, un must, la prima a sfoggiare ruote differenziate 26/24″

Fu Ambrosio mi pare , in “combutta” con Frm a tentare una XC da 25″. I vantaggi erano unicamente legati al peso. Ma fu una mosca bianca
Ed eccoci qui ad analizzare i luoghi comuni che sono nati come funghi sulle 29″: passare da una 26 ad una 29 per me fu come passare da una XC ad una DH su ogni sentiero…e mi iniziai a fare delle domande. Cos’è che influisce davvero, più di tutto sul comportamento di una bici, soprattutto in discesa? LE GEOMETRIE!!! non il diametro ruota. O meglio, si, certo anche quello, ma solo in positivo finché la ruota cresce!😅. Immaginiamo di realizzare la stessa identica bici con le stesse identiche geometrie, ma una con ruote da 26 e una da 29 (Anche qui si aprirebbe una parentesi troppo ampia e specifica ad esempio su rake e Trail, ma cerchiamo di mantenere il focus!)

SE…

SE, l’interasse fosse lo stesso, SE angolo di sterzo e carro fossero gli stessi, SE altezza movimento centrale e corsa delle sospensioni fossero le stesse..beh, la 29 sarebbe superiore in qualsiasi frangente, e avrebbero pari manovrabilità, anche sul temibile tornante stretto!
Quello che sentite come peggioramento della manovrabilità o perdita di agilità è semplicemente legato al maggior peso, inerzia ed effetto giroscopico delle ruote grandi…ma se passate da un sistema ruota (cerchi, mozzi, raggi, pneumatici) pesante ad uno ultraleggero o comunque performante (cerchio in carbonio, pneumatici light e tubeless) ecco che la sensazione va a mitigarsi.

29''
Un bel prodotto italiano che ha puntato subito su ruota anteriore da 29!

 

Molti (io per primo) ultimamente hanno sostituito le loro ruote da 27,5 (anche plus) con le 29 e subito hanno sentito il peggioramento nel tecnico…ma davvero?!? Non è cambiato nulla sulla vostra bici, forse avete recuperato un grado di sterzo…sentite quell’inerzia di cui parlavo prima (le masse sono più distanti dal centro 😉); ma….adesso passate meglio su tutti gli ostacoli, quando caricate l’anteriore in situazioni ripide avete comunque meno rischi di cappottare, e comunque avete un grip vicino ad un 2,8 nonostante abbiate magari solo un 2,3!!!
Quindi, il presente della E-mtb è già a ruota mista (fantic, moustache e haibike in testa a tutti!); a breve sarà completamente a 29″…tempo che anche la DH assorba la questione visto che l’esempio di prima (stessa Geometria con ruote diverse) ormai è possibile, dato che le 27,5 sono diventate lunghe e basse, e le 29 ci stanno senza snaturare troppo geometrie da missili terra aria tipo le moderne DH!

29 pollici
Ormai anche la DH è pronta per le 29, a breve ne vedremo delle belle!
N.b.

Per quanto difficile parlare di questo argomento senza parlare di pneumatici, pressioni e quant’altro ho cercato di fare un discorso neutro. È chiaro che gli pneumatici sono una grossa variabile insieme allo stile di guida, ma ci torneremo in un articolo apposito!
D’ora in poi, quando provate una 29 non pensateci troppo. Apprezzatene i vantaggi. Vedrete che curva come una 26 …se è progettata bene!😉

1 View 0
Fil Palmer
Fil Palmer

Ciao sono Fil, UN NORMALE "BIKER DELLA DOMENICA" CON TANTA PASSIONE come voi, con una discreta esperienza. Per necessità, dopo 20 anni di MTB, sono approdato alle E-MTB.

Lascia un commento

Contatti

Piazza Giovine Italia
+39 02 36587746
09.00 - 18.00

Iscriviti ora