IL GIRO-E: 2° EDIZIONE

IL GIRO-E: 2° EDIZIONE

Nel 2019 si è tenuta la seconda edizione del Giro-E, una competizione ciclistica che segue lo stesso percorso del Giro d’Italia, ma ha la caratteristica di essere fatto tutto in ebike.

LA COMPETIZIONE 

In questa seconda edizione, la gara si articola per tre settimane, e vengono percorse come nella prima edizione le 18 tappe del Giro d’Italia. Durante il lungo itinerario, i ciclisti hanno percorso anche grandi salite, fino ad arrivare alla tappa più impegnativa, la sedicesima, dove i partecipanti in sella alle loro ebike hanno affrontato ben 147 km, compresi della scalata al Passo Gavia e al Passo del Mortirolo.

La gara permette ai ciclisti di partire anche da località differenti, mentre la conclusione della competizione avviene in una stessa città. I partecipanti alla corsa con le ebike, dato che arrivano circa un’ora prima dei partecipanti con bici senza assistenza elettrica, potranno sia vivere l’emozione di tagliare il traguardo per primi, sia vedere l’arrivo degli altri partecipanti un’area a loro riservata.

REGOLE E SPONSOR

Il regolamento del Giro E prevede che ci si iscriva in squadre, dove ogni team è composto da 6 ciclisti, di cui uno di questi deve assumere il ruolo di capitano. I componenti di ciascuna squadra possono sostituirsi tra di loro e percorrere solo parte delle tappe, solo però alla fine di ogni gara; il capitano, invece, percorre tutte le 18 tappe.

I team devono rispettare i tempi di arrivo previsti secondo il regolamento, che sono monitorati anche dai GPS, che tutti i partecipanti hanno, in modo da poter conoscere i loro tempi e la loro velocità. Inoltre non basta arrivare al traguardo per primi, bisogna superare una serie di prove speciali, tra cui: bisogna riuscire a mantenere una stessa media prestabilita di velocità in un tratto con alternanza di pendenze; percorrere alla velocità massima un pezzo del percorso indicato; fare la volata finale di 145 km fino al traguardo. A queste prove corrispondono dei punti bonus o penalità che vanno a influire sulla media complessiva del team, e sul punteggio finale.

Tra gli sponsor della gara vi sono Enel X e Toyota che daranno l’auto di gara ufficiale, oevvro una macchina ibrida. Lo sponsor per l’alimentazione è NamedSport. Il Giro E 2019 è organizzato come nella prima edizione da Rcs Sport, che ha deciso di introdurre il Giro d’Italia in ebike proprio per dare la possibilità a più persone di parteciparvi.

REGOLE E SPONSOR
REGOLE E SPONSOR

LA SECONDA EDIZIONE

In questa edizione hanno preso parte dodici squadre, che sono partite il 12 maggio da Bisenzio in contemporanea alla seconda tappa del Giro d’Italia. Infine i vincitori di ogni tappa avranno come premio una maglia con lo storico marchio Castelli come quelle del Giro d’Italia: di colore viola, per chi vince maglia di leader di Classifica Generale; di colore arancione per chi consegue la Classifica Prova Regolarità; di colore verde per la squadra che vince Più Fair in Classifica Generale; infine la maglia rossa per Classifica Sprint. Si spinge così, sempre di più verso questa tendenza delle ebike, che portano i produttori di mezzi elettrici a produrre questi mezzi di trasporto del futuro, che hanno anche il vantaggio di avere a emissioni zero.

Categorie: