LA LOMBARDIA IN BICI

LA LOMBARDIA IN BICI

La Regione della movida, della fashion week e della finanza nasconde anche un animo più sportivo, per sopravvivere ai ritmi devastanti della città serve staccare la spina e magari godersi un po’ di meritato relax, per molti appassionati questo significa andare a farsi una bella pedalata, oggi vediamo quali percorsi ci riserva questa stupenda regione.

Le Prime Tappe

L’itinerario qui presentato permette di approfondire la conoscenza del lago Lario (più noto come lago di Como) ed è facilmente abbinabile alla Ciclovia dei Laghi. Si tratta di un percorso di poco più di 50km che si mantiene sempre lungo le sponde del lago, offrendo una grande varietà di scorci sulle montagne che si specchiano sull’acqua; i tratti di vera e propria pianura sono rari e si procede in un continuo saliscendi dove le pendenze rimangono sempre facili. Può essere percorso in entrambe le direzioni; le città di Como e Lecco possono essere congiunte tramite la Ciclovia dei Laghi, fino a formare un percorso a forma di triangolo della lunghezza di poco meno di 90km.

Entrambe le città sono servite da una linea ferroviaria; chi abita a Milano può raggiungere Lecco direttamente in bici. Il grande protagonista di questo itinerario è il lago Lario, come lo chiamavano i latini. E’ il terzo lago italiano per superficie, e in epoca antica era ancora più ampio, in quanto comprendeva anche gli attuali laghi di Mezzola, Garlate e Olginate. Pedalare lungo queste strade permette di godere di visuali sempre varie su questo specchio d’acqua e sulle montagne che lo circondano.

Per Le Bici da Corsa?

Per Le Bici da Corsa?
Per Le Bici da Corsa?

La Lombardia e la bicicletta da corsa hanno sempre avuto un rapporto molto stretto. Il Giro di Lombardia è una gara molto importante e seguita, esistono innumerevoli società sportive e il giro d’Italia è solito terminare proprio a Milano. Per gli appassionati, c’è la possibilità di affrontare delle salite storiche del Giro d’Italia come lo Stelvio in Valtellina (che la collega con il versante altoatesino) e il Gavia in Valfurva. Un tour d’obbligo per gli amanti delle specialissime in Lombardia è il tour del Lago di Como, che si effettua partendo da Como centro e pedalando sempre a ridosso delle sue acque, passando per paesi come Cernobbio, Menaggio e Mandello del Lario per raggiungere poi Lecco dopo 115km di non eccessiva difficoltà.

Altra tappa obbligata per i ciclisti è l’ascesa al Santuario della Madonna del Ghisallo. Questa piccola chiesetta ospita l’effige di una Madonna con Bambino che è stata eletta patrona dei ciclisti. All’interno si trovano veri cimeli come le bici di Coppi, Bartali e Moser. Inoltre a pochi chilometri di distanza si trova il muro di Sormano, una salita chiusa al traffico di 2,4 km dalla pendenza del 25%, definita “la pista ciclabile più dura del mondo”.

Anche per oggi volgiamo lasciarvi con un po’ di curiosità nello scoprire quali altre meravigli si celano dietro a questi percorsi, l’unico modo che vi rimane è salire in sella e pedalare.

Categorie: