Innovazioni

Le innovazioni passano prima dalla bici da corsa!

Molte innovazioni ci attendono! Addio catena e cambio wireless dal 2020.

Per capire come evolverà nei prossimi anni il mondo delle biciclette basta sbirciare i laboratori dove vengono studiate e preparate le biciclette sa corsa. infatti la bicicletta da corsa sta alla bici che usiamo come la F1 sta ad una utilitaria.

Un’evoluzione indispensabile

Forse l’unica notizia sicura è che avranno due ruote (ma forse anche no). Tutto quello che noi conosciamo ad oggi di una bicicletta cambierà nel giro di 10 anni. Forma, materiali e modalità di funzionamento. A partire ovviamente dalle bici da corsa ma fino ad arrivare ai prodotti per tutti.

Innovazioni

Già in questi anni abbiamo visto molti cambiamenti a livello di materiali. Acciaio, alluminio, titanio fino ad arrivare al carbonio. Il compromesso che ad oggi ha garantito più rigidità, resistenza e leggerezza. Ma anche questo sta cambiando, il Grafene prenderà il suo posto.

Sarà abbinato con degli strati di carbonio “bidimensionale” che ridurrà il peso dei telaio del 40%, migliorando le performance del prodotto.

Innovazione

Componentistica

Abbiamo ammirato sulla bicicletta dell’inglese Chris Froome (quatto volte vincitore del Tour de France) una corona ovale. Questa permette di eliminare i punti morti inferiori e superiori e garantire più scorrevolezza.

Dobbiamo salutare anche la catena, a partire dal 2020 infatti le biciclette da corsa utilizzeranno un’albero di trasmissione che attiverà una ruota dentata anteriore e in sistema di pignoni posteriori che potrà superare i 20 rapporti. Garantendo la massima fluidità affrontando ogni tipo di pendenza.

Il cambio diventa wireless, come tutto al giorno d’oggi. Il comando verrà trasmesso tramite Wi-Fi una volta azionato il pulsante sul manubrio che sarà la barra di controllo del mezzo, eliminando definitivamente i cavi dei freni. Ospitando anche un computer di bordo che riporterà tutte le informazioni della bicicletta e dell’escursione.

Innovazione
Chris Froome 2012 Tour de France
Comfort e sicurezza

I freni a disco sono forse i componenti più “scontati”. Infatti è ormai da qualche anno che vengono montati sulle biciclette, e dopo un periodo di incertezza sono stati sdoganati. Uno dei problemi più grandi è la frenata improvvisa che porta al bloccaggio della ruota e, nella maggior parte dei casi, alla caduta.

Per questo Bosch ha presentato, per la prima volta in italia, al Bike UP di Bergamo il primo ABS per biciclette. L’abbiamo provato e è sorprendente, nei prossimi anni vedremo sicuramente degli sviluppi si nel funzionamento ma soprattutto nella miniaturizzazione dei componenti.

Ultimo punto affrontato, manubrio e sella. Un meccanismo elettromagnetico sembra essere una soluzione che risponde in maniere automatica e repentina alle sollecitazioni dell’asfalto, ricucendo e ammortizzando le asperità.

BikeUp

Conclusioni

L’unica contro indicazione, ad oggi, di queste innovazioni è il doversi ricordare di ricaricare le parti alimentate elettricamente. Ma per noi questo è un ulteriore avvicinarsi sempre di più alla bicicletta a pedalata assistita.

Quanto dovremo aspettare per vedere queste novità montate sulla bicicletta che usiamo tutti i gironi non lo sappiamo ancora. Ma una cosa è certa: l’innovazione porta evoluzione e miglioramento, ma non deve mai ostacolare il piacere e la semplicità di pedalare!

232 Views 0
Lascia un commento

Contatti

Piazza Giovine Italia
+39 02 36587746
09.00 - 18.00

Iscriviti ora